Formazione continua: una necessità o un’utopia?

Formazione continua: una necessità o un’utopia?

Crescere professionalmente è un investimento per gestire la crisi

di Elena Aloise, Consulente per la formazione


"Buongiorno, la contattiamo perché abbiamo l'esigenza di organizzare con lei un corso nella nostra azienda. Sa, c'è stato un calo di produzione e il nostro cliente ci ha chiesto un intervento!"

"Buongiorno, la contattiamo perché ci hanno parlato bene del suo corso. Ma quanto dura? Non possiamo fermare la produzione per più di un giorno, lei capisce, vero?"

Questi sono solo alcuni esempi di situazioni in cui mi trovo quando i call center mi contattano per fare formazione.

Molto spesso vengo contattata perché si è venuta a creare un'esigenza o perché si ha accesso alla formazione finanziata.

Entrambe le motivazioni di per sè non sono negative, anzi. Pensare di affrontare una criticità formando le proprie risorse o approfittare dei finanziamenti per far crescere la professionalità sono approcci decisamente positivi, tenendo conto che in questo settore molti non sentono neanche minimamente l'esigenza di formare.

Il problema è che la formazione dovrebbe essere continuativa e indipendente dal risultato.

Far crescere professionalmente in modo continuativo i propri dipendenti significa dare valore alla propria azienda.

La cosa strana è che da più parti si dice che per affrontare la crisi una delle strade da seguire è proprio quella di formare le risorse.

La formazione continua nelle aziende è considerata da tutti fondamentale, anzi necessaria.

Un rapporto del World Economic Forum del 2016 evidenzia che in cinque anni da oggi il 35% delle competenze che sono importanti attualmemnte sono destinate ad un cambiamento radicale.

Questo significa che le aziende che non saranno in grado di formare in modo continuativo i propri lavoratori saranno fuori mercato.

Eppure la maggior parte delle aziende non fa formazione.

Secondo il Cedefop (centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale) la motivazione più diffusa che le aziende adducono per il fatto di non fornire formazione è che non ne vedono la necessità!!!

La formazione non può essere considerata una perdita di tempo.

L'incremento delle competenze aziendali è un valore a lungo termine, in grado di prevenire i momenti di crisi.

 

Le persone preparate sanno trovare le giuste soluzioni e sanno affrontare le situazioni con calma e determinazione.

 

La formazione quindi non è nè necessità nè utopia ma l'unico modo per dar forma alla propria azienda dandole una visione futura.


Elena ALoise 


We Carrot | Linkedin | Daniele Saolini    We Carrot | eMail | Daniele Saolini    Elena Aloise